Scusate ma a volte ho problemi con la connessione Internet e non riesco a mettere i commenti nei Blog.

Se una persona non ha più sogni, non ha più alcuna ragione di vivere. Sognare è necessario, anche se nel sogno va intravista la realtà. Per me è uno dei principi della vita.

Ayrton Senna Da Silva

martedì 27 dicembre 2011

Pinza Trevisana della signora Pina

L'aspetto forse non invoglia ma in realtà è molto buona anche come stuzzichino (uno stuzzichino bello ricco da mangiare a metà pomeriggio magari accompagnato con un tè).
Prepariamo una polentina con 300 grammi di polenta gialla, del latte (la polentina deve risultare bella morbida) e ci aggiungiamo 75 grammi di burro, due cucchiai di zucchero ed un pizzico di sale (non va portata à fine cottura). Nel frattempo facciamo lessare della zucca circa 350 grammi (dovrà rimanere al dente). Ora prendiamo la zucca e la passiamo con lo schiacciapatate e la mescoliamo con la polentina ancora calda.
A parte ora prepariamo dei fichi secchi tagliati (100/150 grammi) e li mettiamo da parte.
Mettiamo una bustina di uvetta passa in ammollo e mettiamo da parte.
Ora facciamo un impasto composto da uova (2 /3 uova dipende dalla dimensione) zucchero, (75 grammi) una fialetta di rum, 1 bustina di lievito, 1 pizzico di sale, 1 cucchiaio (scarso) di sambuca, burro (75 grammi opportunamente fuso a bagno maria) e farina quanto ne chiama l'impasto (l'impasto deve risultare come quando facciamo una torta di mele). Mescolare per bene.
Adesso uniamo questo impasto con la polentina in cui avevamo aggiunto la zucca (nel frattempo si sarà raffreddata), i fichi secchi, l'uvetta passa, mezza bustina di pinoli e la buccia di 1/4 di limone tagliata a pezzettini (possono essere usati i canditi) ed impastiamo.
Ora mettiamo il tutto una pentola leggermente oliata con olio di oliva (vanno bene anche i contenitori in alluminio, tanto non cresce molto). Per tenerla leggermente più morbida si può mettere un po' d'olio d'oliva sopra.
Ora mettiamo in forno per circa 90 minuti a 180°C.
P.s. Come sempre, prodotti di qualità e risultato finale vanno di comune accordo

Nessun commento:

Posta un commento