Scusate ma a volte ho problemi con la connessione Internet e non riesco a mettere i commenti nei Blog.

Se una persona non ha più sogni, non ha più alcuna ragione di vivere. Sognare è necessario, anche se nel sogno va intravista la realtà. Per me è uno dei principi della vita.

Ayrton Senna Da Silva

mercoledì 28 marzo 2012

Trota Salmonata con contorno di Radicchio Rosso

Finalmente dopo una settimana che il computer quasi non veniva acceso riusciamo ad inserire qualche ricetta.
Questa mattina donazione sangue (plasma) e quindi oggi riposo e per recuperare abbiamo preparato una bella trota salmonata cotta in maniera molto semplice.
La trota è stata leggermente sciacquata sotto acqua corrente e poi è stata messa in una padella antiaderente già calda dalla parte della pelle ed è stata fatta andare per circa 5 minuti senza mettere nessun condimento.
Appena questa si è staccata dal fondo della padella è stata girata e fatta cuocere dall'altro lato e nel frattempo abbiamo rimosso la pelle.
In cottura abbiamo aggiustato leggermente di sale.
Dopo altri 5 minuti buoni la trota è stata tolta dalla padella e messa in un piatto.
Direttamente sul piatto abbiamo aggiunto leggermente un po' di sale, un po’ di olio extravergine di oliva Dante (http://www.oleificimataluni.com/) e del prezzemolo (meglio sarebbe stato se fosse stato fresco).
Come contorno abbiamo abbinato del radicchio rosso (sono quasi gli ultimi) condito con aceto balsamico, olio extravergine Dante (http://www.oleificimataluni.com/), sale e un po’ di Semix.
P.s. Come sempre, prodotti di qualità e risultato finale vanno di comune accordo.
Il piatto

La prima parte della cottura
Il finale di cottura dopo aver tolto la pelle

mercoledì 21 marzo 2012

Ayrton Senna da Silva

Auguri Ayrton oggi 21 marzo 2012, avresti fatto 52 anni, credo che manchi a tutti quelli che amano l'automobilismo.

martedì 20 marzo 2012

Il Blog Affidabile


Questo premio ci è stato donato da Silvia "Acqua e farina" ed è stato molto gradito ed inaspettato.
Perdonatemi ma le regole le copio spudoratamente anch'io.
Questo è un premio organizzato dal sito "gliaffidabili.it" con queste motivazioni che copio direttamente dal sito"E' nata così l'idea del premio "Il Blog Affidabile", un modo per aiutare a far conoscere dal basso il lavoro dei molti blogger italiani che aggiornano con passione, dedizione e costanza il loro diario online, ma che non sempre sono noti al grande pubblico.
Come? Facendo in modo che siano gli stessi blogger che ricevono il premio (e possono fregiarsi del distintivo di "Blog Affidabile") a nominarne e premiarne altri.
Con un duplice obiettivo: da una parte offrire un riconoscimento ai blogger meritevoli per farli conoscere ad un pubblico più ampio, dall'altra aiutare gli utenti Internet a scoprire i blog più affidabili in rete sui diversi argomenti.
Come si distingue un Blog Affidabile? Per alcuni semplici ma importanti regole:
1) E' aggiornato regolarmente
2) Mostra la passione autentica del blogger per l'argomento di cui scrive
3) Favorisce la condivisione e la partecipazione attiva dei lettori
4) Offre contenuti ed informazioni utili e originali
5) Non é infarcito di troppa pubblicità
Cosa deve fare chi riceve il Premio ?
Ecco come procedere:
A) Se ricevi il premio, scrivi un post sul tuo blog ringraziando il sito/blog che ti ha nominato con un link ed inserisci dove preferisci sul tuo sito/blog il distintivo de "Il Blog Affidabile" che trovi in questa pagina. Spiega inoltre brevemente quando e perché hai deciso di aprire il tuo blog.
B) Nello stesso post segnala altri 5 siti/blog che a tuo giudizio sono meritevoli di menzione. Ricordarti di far precedere l'elenco dei blog che hai scelto da questa dichiarazione solenne:
"Dichiaro che i blog seguenti da me scelti rispettano le 5 regole del Premio "Il Blog Affidabile"  disponibili a questa pagina http://www.gliaffidabili.it/a/altro/il-premio-il-blog-affidabile . Sono pertanto una risorsa utile per gli utenti della Rete e meritevoli di essere conosciuti da un pubblico più ampio".
Se conosci più di 5 blog meritevoli di ricevere il distintivo del blog affidabile consigliaceli e li terremo in considerazione per il premio.
C) Fai sapere ai blog/siti che hai scelto che sono stati premiati inviando loro un link a questa pagina se vogliono saperne di più sul Premio e sul suo funzionamento."

A) Silvia l'abbiamo già ringraziata linkando il suo blog. Perché abbiamo iniziato a tenere un blog ?, forse un po' per curiosità e un po' per obbligarci a cucinare meglio e capire se quello che facevamo poteva essere ritenuto interessante da qualche altro blogger e magari condividere la passione per la corsa e la cucina.
B) dichiaro che i seguenti blog seguono le regole de "Il Blog Affidabile".

Ciao ciao a tutti emme
P.s. speriamo di non aver fatto errori

domenica 18 marzo 2012

Radiatori con Zucchine e Pancetta affumicata


Ingredienti
·        400 gr di Radiatori Garofalo (http://www.pastagarofalo.it/it/)
·        80 gr di Pancetta affumicata
·        6 Zucchine
·        1 porro piccolo
·        Olio extravergine di oliva Dante (http://www.oleificimataluni.com/)
·        Sale
·        2 Cucchiai di panna da cucina (http://www.granarolo.it/)
·        Grana Padano a piacere

Procedimento
Finalmente riusciamo a postare nel blog l’ultima parte del pranzo del 4 marzo ma il tempo è sempre tiranno.
Questo primo è stato abbinato come “BIS” con i “Radiatori con macinato misto di carne“ ed è semplicissimo da fare.
In pratica su di una padella fa fatto appassire il porro tagliato finemente con dell’olio di oliva extravergine.
Fatto questo sono state aggiunte le zucchine tagliate anche loro però grossolanamente e sono state fatte andare per una decina di minuti aggiustando di sale (poca perché poi andrà aggiunta la pancetta affumicata).
Ora è stata aggiunta la pancetta affumicata che per velocità e comodità ne abbiamo utilizzato uno scatolino di quelli che si trova già tagliata a dadini ed abbiamo fatto andare per altri 10 minuti scarsi.
Tolto dal fuoco è stata aggiunta la panna da cucina mescolando per bene.
Nel frattempo I radiatori sono stati cotti in abbondante acqua salata, scolandoli circa 4 minuti prima che la cottura fosse ultimata, sono stati fatti saltare con il ragù per qualche minuto e quindi il tutto è stato impiattato.
A piacere è stato aggiunto una spolverata di Grana padano.
P.s. Come sempre, prodotti di qualità e risultato finale vanno di comune accordo.
Il Piatto
Il menu del pranzo 4 Marzo 2012

martedì 13 marzo 2012

Pollo alle Mandorle (ricetta della prova del cuoco)


Ingredienti
·        600 gr di Petti di pollo
·        120 gr di Mandorle pelate
·        Farina 00
·        1 Bicchiere abbondante di brodo (di carne)
·        5 cucchiai di salda di soia
·        4 cucchiai di olio di semi di mais
·        1 Porro piccolo
·        Sale
·        Zenzero (http://www.tecalsrl.com/)

Impiattato
Procedimento
Questa ricetta l’abbiamo presa in prestito dalla prova del cuoco in quanto l’abbiamo vista fare e ci è piaciuta e quindi eccoci qui.
Questo secondo l’ho abbiamo preparato per il pranzo del 4 marzo (vedi anche “Radiatori con macinato misto di carne ” e “Antipasto vario o della casa (nostra)”).
Torniamo a noi, per prima cosa in una pentola (ideale la WOK) è stato messo a scaldare l’olio di semi e una volta caldo sono stati aggiunte le mandorle per qualche minuto fino a farle tostare.
Intanto abbiamo tagliato a cubetti abbastanza piccoli il pollo che poi è stato infarinato per bene.
Ora togliamo le mandorle ed al loro posto mettiamo il porro tagliato finemente e lo lasciamo a sul fuoco medio/dolce fino a farlo imbiondire, fatto questo abbiamo aggiunto il pollo (liberandolo dalla farina in eccesso) e lo lasciamo cuocere per circa 5/6 minuti, fino a fargli prendere un po’ di colore.
A questo punto abbiamo aggiunto il brodo e lo abbiamo lasciato cuocere per altri 10 minuti, abbiamo aggiunto quindi la salsa di soia e infine nuovamente le mandorle precedentemente preparate. Fatto questo abbiamo alzato la fiamma e fatto andare per altri 5 minuti.
Una volta messo sul piatto abbiamo spolverato leggermente con il zenzero.
Come contorno abbiamo fatto delle patate arrosto.
P.s. Come sempre, prodotti di qualità e risultato finale vanno di comune accordo.
Il finale di cottura del Pollo

sabato 10 marzo 2012

Radiatori con macinato misto di carne

Ingredienti
·        800 gr di Radiatori Garofalo (http://www.pastagarofalo.it/it/)
·        300 gr di macinato di bovino
·        300 gr di macinato di maiale
·        1 porro piccolo
·        Olio extravergine di oliva Dante (http://www.oleificimataluni.com/)
·        Sale e pepe nero (http://www.tecalsrl.com/)
·        1 bicchiere gagliardo di Soave Classico buono (il resto ce lo siamo bevuto)
·        1 Cucchiaio di panna da cucina (http://www.granarolo.it/)
·        Grana Padano a piacere
Il piatto servito
Procedimento
Scusate il ritardo ma il tempo è quello che è troppe cose da fare o forse semplicemente si vogliono fare troppe cose.
Questo è uno dei primi che abbiamo preparato per il pranzo del 4 marzo perché in realtà cera un bis, come antipasto vi ricordate l'Antipasto vario o della casa (nostra) (Antipasto vario o della casa (nostra) ).
Torniamo a noi, per prima cosa abbiamo massaggiato per bene la carne aggiungendo un po’ di pepe fino ad ottenere un impasto omogeneo dei due macinati.
Il Porro è stato tagliato finemente a rondelle e fatto appassire per almeno 5 minuti in Olio extravergine di oliva, quindi è stato aggiunto il macinato che prima avevamo coccolato per bene ed una volta che questo si è dorato per bene è stato aggiunto il sale ed il bicchiere di Soave Classico per cercare di annegarlo oppure ubriacarlo. Fatto andare per almeno 20 minuti è stato tolto dal fuoco ed è stata aggiunta della panna da cucina (circa 1 cucchiaio).
I radiatori sono stati nel frattempo cotti in abbondante acqua salata però sono stati scolati 4 minuti prima che la cottura fosse ultimata, questo memori del fatto che quando avevamo fatto le Mafalde corte erano risultate troppo cotte (vedi "Mafalde corte con Salciccia (Tastasale) e Broccolo Romanesco").
Quindi i radiatori sono stati fatti saltare sul macinato per altri 3 minuti e quindi serviti. A piacere è stata aggiunta una spolverata di Grana padano.
P.s. Come sempre, prodotti di qualità e risultato finale vanno di comune accordo.
Il macinato dopo le coccole
Il Porro che sta appassendo
Il Macinato ha appena conosciuto il Porro
Tentativo di ubriacare il Macinato con il soave Classico
L'incontro di tutti gli invitati

giovedì 8 marzo 2012

Spaghetti Aglio Olio di Oliva, Peperoncino e Semi di Girasole

Piccola variante di un super classico.

Ingredienti
300 grammi di spaghetti
2 spicchi d’aglio
1 cucchiaino di semi di girasole
Olio d’oliva Extravergine
Peperoncino

Procedimento
Su dell’olio extravergine buono abbiamo fatto appassire l’aglio ed il peperoncino per un paio di minuti.
Nel frattempo abbiamo cotto gli spaghetti tenendoli leggermente al dente.
Li abbiamo quindi scolati e fatti saltare nella padella (avendo precedentemente tolto l’aglio) per un paio di minuti. All’ultimo prima di impiattare sono stati aggiunti i semi di girasole.
P.s. Come sempre, prodotti di qualità e risultato finale vanno di comune accordo.
L'Aglio in padella
Gli Spaghetti in padella

mercoledì 7 marzo 2012

Antipasto vario o della casa (nostra)


Ingredienti
·        Grissini senza sale
·        Mortadella con Pistacchi
·        Peperoncini con acciuga, cappero e Olio di oliva extravergine
·        Taralli pugliesi all’olio d’oliva
·        Salame Ferrarini di Parma
·        Pane per Bruschette
·        Alici in Salsa Piccante (http://www.rizzoliemanuelli.it/)
·        Olive ripassate in Olio di Oliva extravergine (http://www.oleificimataluni.com/)
Il Piatto
Procedimento
Forse la composizione è la parte più difficile, anche se forse ci potevamo impegnare di più.
La mortadella (o Bondola come la chiamiamo noi) l’abbiamo arrotolata su di un grissino e dopo la abbiamo adagiata sul piatto.
Il pane lo abbiamo leggermente abbrustolito e poi gli abbiamo messo un leggero filo di olio di oliva extravergine (pochissimo) e le alici in salsa piccante.
I peperoncini sono di nostra produzioni e li avevamo preparati l’anno scorso ora sono praticamente quasi finiti (ce ne sono rimasti 4 di numero).
Il salame è stato affettato e depositato sul piatto.
Le olive sono state messe in una ciottola con un leggero filo di olio di oliva extravergine.
I taralli servono nel caso i peperoncini fossero stati troppo piccanti.
Questo antipasto lo abbiamo usato per il pranzo di domenica scorsa.
P.s. Come sempre, prodotti di qualità e risultato finale vanno di comune accordo.
In Tavola

lunedì 5 marzo 2012

Insalata defaticante con Tonno, Cappuccio bianco, Carote e Semix

Ingredienti
240 gr di tonno (http://www.mareblu.it/)
Mezzo Cappuccio bianco
5 Carote
Sale
Aceto balsamico
Olio di oliva extravergine Dante (http://www.oleificimataluni.com/)
Semix (mercanti alimentari)

Questa è una ricetta che serve per defaticare da una cena della sera prima in cui ci abbiamo dato dentro di brutto brutto e quindi c’è la necessità di ristabilire un po’ di tranquillità all’interno del nostro fisico.
P.s. Come sempre, prodotti di qualità e risultato finale vanno di comune accordo.
A noi queste insalate piacciono

sabato 3 marzo 2012

Insalata di Tonno, Finocchi, Piselli e Gallette di Riso

Ingredienti
240 gr di tonno Mareblu (http://www.mareblu.it/)
2 Finocchi
5 Carote
420 gr di Piselli
Sale
Aceto balsamico
Olio di oliva extravergine Dante (http://www.oleificimataluni.com/)
Semix (mercanti alimentari)
Gallette di riso a volonta

Domani altro grande pranzo e quindi questa sera anche se la fame è tanta (oggi ho fatto 2 ore e 30 minuti di bici) facciamo una bella insalatona con Tonno, Finocchi, Piselli e Gallette di riso.
Chi abbiamo domani a pranzo ? ma certamente http://lacucinadignappa.blogspot.com/ che altro non è mia sorella con marito e regalo, poi l’altra mia sorella con marito, il nipote con la fidanzatina e i miei genitori, quindi altra giornata impegnativa.
P.s. questa sera prepariamo il possibile.
P.s. Come sempre, prodotti di qualità e risultato finale vanno di comune accordo.
Il Piatto
La meraviglia

giovedì 1 marzo 2012

Rotolo di macinato di Vitello e Speck (ricetta della signora Patrizia)

Finalmente un po’ di tempo per postare la ricetta del Rotolo speriamo di ricordarci tutti i passaggi perché a quest’ora siamo un assonnati.
Ingredienti
700 gr di macinato di vitello
2 uova
300 gr di ricotta di mucca fresca
Olio Extravergine di oliva http://www.oleificimataluni.com/oliodante/
250 gr di speck
Il piatto
Procedimento
In una terrina abbiamo sbattuto l’uovo con un po’ di sale e pepe (poca sale perché poi andrà inserito lo speck che è già saporito).
Le uova
Abbiamo quindi aggiunto il macinato mescolato per un po’, la ricotta mescolando per una’altro po’ fino ad ottenere un impasto omogeneo.
Il macinato mescolato con le uova
Ora su di un foglio di carta forno posizionare le fette di speck accavallandole un po’ sul bordo (in verticale) avendo cura di avanzarne qualche fetta.
Mettere quindi sopra allo speck il composto plasmandolo bene a forma di rotolo bello compatto.
Posizionare le fette di speck che avevamo messo da parte in orizzontale sopra al composto.
Arrotolare il tutto aiutandosi con la carta da forno, coprendo con la stessa per bene tutto il composto. Alla fine il rotolo sembrerà come fosse stato impacchettato.

Un'attimo prima del pacchetto
Posizionare il rotolo (pacchetto) in una pirofila e cuocere in forno a 180 gradi per circa 1 ora e 30 minuti.
Cotto
Tagliato e pronto per essere messo sul piatto
Tagliare, meglio se il rotolo è freddo, riscaldare e quindi servire. Una volta sul piatto abbiamo aggiunto sopra un po’ di olio di oliva extravergine a crudo.
Come contorno noi abbiamo usato delle patate arrosto che abbiamo fatto semplicemente con dell’olio di oliva extravergine un po’ di sale, pepe ed un rametto di rosmarino a meta cottura. In più avevamo un po’ di finocchio gratinato al forno gentilmente concesso dalla nonna.
La mega teglia di finocchio gratinato al forno
P.s. Come sempre, prodotti di qualità e risultato finale vanno di comune accordo.