Scusate ma a volte ho problemi con la connessione Internet e non riesco a mettere i commenti nei Blog.

Se una persona non ha più sogni, non ha più alcuna ragione di vivere. Sognare è necessario, anche se nel sogno va intravista la realtà. Per me è uno dei principi della vita.

Ayrton Senna Da Silva

lunedì 27 febbraio 2012

Mafalde corte con Salciccia (Tastasale) e Broccolo Romanesco

Ingredienti
700 gr di Mafalde Corte http://www.pastagarofalo.it/it/
700 gr di salciccia (tastasale)
1 porro medio
Olio d’oliva extravergine http://www.oleificimataluni.com/oliodante/
1 bicchiere di vino bianco (Custoza)
200 ml di panna da cucina
1 Broccolo Romanesco (nella foto ne compaiono due ma ne abbiamo usato uno solo)
Sale http://www.tecalsrl.com/
100 gr di Grana Padano
Il Piatto pronto
Procedimento
Tagliare finemente a rondelle il porro e far appassire su di una padella con abbondante olio di oliva extravergine per circa 6/7 minuti a fuoco dolce (oppure quando il porro diventa trasparente).
Aggiungere quindi la salciccia avendo cura di schiacciarla per bene riducendola in piccoli pezzi, appena questa si è leggermente rosolata abbiamo sfumato con il vino bianco. Il tutto è stato lasciato andare con fiamma vivace fino al completo assorbimento del vino.
Quando pronto è stato tolto dalla fiamma ed è stato aggiunta la panna.
A parte in un altro tegame è stato fatto saltare il broccolo romanesco con dell’olio di oliva aggiustandolo con un po’ di sale fino a farlo leggermente abbrustolire.
Le Mafalde corte sono state cotte in abbondante acqua salata, un paio di minuti prima che fosse ultimata la cottura sono state spadellate per un paio di minuti con la salciccia ed il formaggio Grana Padano.
Una volta impiattate sopra ad ogni piatto abbiamo aggiunto un paio di cucchiai di Broccolo Romanesco.
Un piatto saporito e delicato allo stesso tempo.
P.s. Come sempre, prodotti di qualità e risultato finale vanno di comune accordo.


Il Porro e L'olio di Oliva

Ia Salciccia ed il porro
La Salciccia Rosolata con il vino Bianco

Le Mafalde con la Salciccia e la Panna
I Broccoli Romaneschi
Il Broccolo Romanesco pronto

Pranzo per il compleanno del Nonno Luciano

26 Febbraio 2012
Ieri grande festa per il compleanno del nonno Luciano, abbiamo invitato tutti cognati, fratelli e nipoti ed ci siamo dilettati in qualche nuova ricetta che posteremo sul blog, speriamo di non lasciar passare troppo tempo.
Intanto iniziamo con il menu e quello che viene.
La tavola ancora in ordine
 Antipasto
- Il Salame Strolghino di culatello
- Olive ripassate con Olio Extra Vergine di Oliva
- Peperoncini a pomodorini ripieni con acciughe, capperi e Olio di Oliva Extravergine(produzione personale dell’estate scorsa)
- Taralli all’olio di Oliva e al Finocchio
Primo
Mafalda corta con Salciccia (Tastasale) e Broccolo Romanesco
Secondo
Rotolo di macinato di Vitello e Speck (ricetta della signora Patrizia)
Contorni
Patate arrosto
Finocchio gratinato al forno
Dolce
Tiramisù con crema al mascarpone e pesca sciroppate (offerto dalla nonna Lia)
Vino
Vino Aglianico di Taurasi
Rose di Custoza
La tavola pronta con l'antipasto 

sabato 25 febbraio 2012

A tutti gli atleti e non solo “Maratonina Giulietta e Romeo 2012”


Domenica 19 Febbraio 2012 siamo andati (solo) a vedere la 5 Maratonina di Giulietta e Romeo a Verona, gara bellissima e ti altissimo valore sia tecnico che di partecipazione.
Pensate che la prima donna “CHEPKORIR EMILY PERPETUA” ha concluso la gara con il grande tempo di 1.13.24 (su circa 878 donne arrivate), mentre il primo uomo “KIPYEKO KENNEDY” ha concluso la gara in 1.03.36 (su circa 3411 uomini arrivati).
Quindi… unico rammarico non aver potuto parteciparvi in quanto la nostra condizione atletica in questo momento non è delle migliori, vuoi per infortuni e per allenamenti, sicuramente l’hanno prossimo ci saremo.
Allego un paio di foto per rendere l’idea della bellezza della città e della mole di gente che ha partecipato alla gara (peccato non aver fotografato la prima donna) anche se la giornata era un po’ grigia.
Più di una nota va fatta agli organizzatori ed ai volontari che sono stati tutti eccezionali ed hanno permesso alla gara di svolgersi regolarmente.
Un’altra nota positiva credo sia doveroso farla al comune che avendo inserito il 19 febbraio come giornata ecologica ha quindi diminuito il movimento delle auto durante la gara (le poche che ci sono state sono state anche molto civili) e quindi una domenica di solo SPORT.
Il tempo ad un certo punto ha tentato di fare qualche goccia ma subito si è reso conto che la gente che stava correndo non meritava questo e quindi ha pensato bene di smettere quasi subito.
P.s. è bello correre, ma è altrettanto bello e gratificante vedere gli altri sia che questi siano amici sia che siano persone mai viste e che hanno bisogno di incoraggiamento.
Ciao ciao e vi aspettiamo tutti l’anno prossimo per un‘altra grande giornata di sport.
Scorcio dell’Arena da Piazza Bra
Il Vincitore
Passaggio suggestivo all’interno dell’Arena a 200 mt dall’arrivo
Palazzo della Gran Guardia

venerdì 24 febbraio 2012

Petti di Pollo impanati con Fiocchi d’Avena e contorno di Insalata verde

Ingredienti
1 Petto di pollo
1 Uovo
Fiocchi d’Avena
Pan grattato
Olio d’oliva Extravergine http://www.oleificimataluni.com/oliodante/
Sale australiano murray river http://www.tecalsrl.com/
Pepe nero
Insalata verde

Procedimento
Abbiamo preso l’uovo e con un po’ di sale australiano e pepe nero abbiamo preparato una pastella.
Il petto di pollo è stata tagliato in tre bistecche e lo abbiamo battuto per renderlo più sottile.
A parte abbiamo messo in un piatto il pan grattato, i fiocchi d’avena ed un pizzico di sale.
Ora i tre petti di pollo li abbiamo battuti per renderli sottili, li abbiamo impanati passandoli prima nell’uovo e poi nei fiocchi d’avena.
I tre petti di pollo li abbiamo cotti su di una padella con dell’olio d’oliva (dell’oleificio Mataluni – nuova collaborazione) prima da un lato e poi d’altro fino a farli rosolare per bene.
Il tutto è stato impiattato con dell’insalata verde condita con olio extravergine d’oliva e aceto balsamico.
A questo piatto abbiamo abbinato un buon SOAVE bianco.
P.s. Come sempre, prodotti di qualità e risultato finale vanno di comune accordo.
Per l'impanatura
I Petti di Pollo in padella
L'altra parte dei Petti di Pollo

Una nuova collaborazione


sabato 18 febbraio 2012

Allenamento in Bici da Corsa - 18 Febbraio 2012


Questa è stata la prima vera uscita dell'anno.
Appena mi sono ripigliato vi racconto come è andata, vi dico solo che sono un po' .....
Ci siamo. Ore 13:40 parto per il punto di ritrovo, di solito si parte per le 14.00.
Prima notizia, ci sono entrambi i fratelli Triatleti, quello tranquillo con cui ero d'accordo di trovarmi e quello meno tranquillo, ma ha detto che vuole andare piano.
Alle 14 partiamo e alle 14:15 siamo già sopra i 30 km orari e mi dico qui si mette male.
Per fortuna più dei 31/32 non sono mai andati, io sempre dietro incollato (in pratica al gancio).
Arriviamo ad Alonte punto in cui facciamo una svolta e prendiamo una parallela per il ritorno ed io ho già dato quasi il 60% e mi rendo conto che forse ho esagerato.
Sulla strada del ritorno il fratello più tremendo vede in distanza un gruppo di ciclisti e la velocità comincia ad aumentare, hai hai mi dico tra me e me, stiamo facendo costanti i 34 km orari e le mie gambe cominciano ad accusare la fatica ed i km fatti sono quasi 60, per fortuna che uno del gruppo davanti si stacca e quindi il gruppo rallenta e noi li raggiungiamo e rallentiamo (altri 2 minuti a quella velocità e morivo).
Superato il gruppo la velocità torna verso i 30/31 fino a 10 km da casa ed io comincio a pensare, qua bisogna trovare una soluzione, una scorciatoia ed a Legnago gli dico... Ragazzi io vi lascio e torno a casa dalla statale (2 km in meno sembrano pochi ma dopo 70 km a me sembravano molti) ed il più terribile cosa mi dice? quasi quasi ti accompagno e cosi è stato. A Cerea finalmente rimango da solo (gli ultimi due km li ho fatti a 20 km orari)
Risultato sono arrivato a casa quasi morto, dopo 79 km ad una media di 29,9 km orari (cotto a puntino).
Ciao ciao e speriamo che la prossima vada meglio.
P.s. andrà sicuramente meglio.

Grustoli della Nonna Sandra (detti anche Lattughe o Chiacchiere)

Ingredienti (Questa ricetta è la ricetta che mia passato mia mamma nonche la nonna Sandra)
3 Uova
3 Cucchiai di Anice
3 Cucchiai di acqua stemperata
3 Cucchiai di zucchero
1 Bustina di Vanillina
Burro di Panna Inalpi http://www.lebontainalpi.it/
1 Litro di olio di mais per la cottura
Procedimento

Abbiamo messo le uova, l’anice, l’acqua, lo zucchero e la vanillina in una ciottola, ed abbiamo mescolato il tutto. A questo punto abbiamo cominciato ad aggiungere la farina fino ad ottenere un impasto simile a quando facciamo la pasta all’uovo.
Ora con l’impasto ottenuto abbiamo fatto una serie di dischetti del diametro di circa 10/15 cm ed uno spessore di circa 1 cm. I dischetti ottenuti sono stati leggermente imburrati da un lato ed impilati fra di loro.
Il risultato ottenuto è una piramide, che poi siamo andati ad impastare leggermente.
Ora l’impasto è stato tirato con la nonna papera, dal quale sono stati fatti dei piccoli triangoli con un leggero intaglio a meta ed abbiamo cotto con olio di semi di mais.
P.s. Come sempre, prodotti di qualità e risultato finale vanno di comune accordo.
Serviti per mangiarli
La prima parte dell'impasto
L'impasto
I dischetti imburrati
La pasta tirata con la Nonna Papera
La cottura
Dopo la cottura per il trasporto
Davanti a casa mentre lavoravamo
Questi Grustoli li abbiamo fatti domenica 12 Febbraio per una rimpatriata con fratelli e genitori e questo era l’abbiente all’esterno della casa, direi l’ideale per questa ricetta.

mercoledì 15 febbraio 2012

Trote al vapore con contorno di verdure

Ingredienti
2 Trote
200 grammi di carote
400 grammi di piselli
1 spicchio d’aglio
1 pizzico di peperoncino
Sale Australiano “Murray River” http://www.tecalsrl.com/
Semix
Abbiamo cotto le trote al vapore per circa 20 minuti, dopo di che le abbiamo spolpate rimuovendo pelle e lische e successivamente una volta che il tutto si è raffreddato è stato condito con il condimento con l’aglio schiacciato finemente, il peperoncino, l’olio extravergine di oliva, due cucchiaini di semix e un pizzico di sale.
Per il contorno abbiamo tagliato le carote a rondelle e fatte saltare con un po’ di olio di oliva extravergine e sale per circa 10 minuti, poi abbiamo aggiunto i piselli ed abbiamo fatto andare per altri 5 minuti.
Il tutto è stato impiattato e mangiato.

P.s. Come sempre, prodotti di qualità e risultato finale vanno di comune accordo.
Servito
Le protagoniste (per noi)
Durante il condimento
Le verdure

domenica 12 febbraio 2012

Lasagne con Funghi e Panna

Ingredienti per 2 persone:
200 grammi di lasagne
200 grammi di funghi porcini surgelati
200 ml di panna da cucina
1 cucchiaio di farina di grano tenero “oo”
Olio extra vergine di oliva”Pantaleo”
1 spicchio di aglio
1 pizzico di peperoncino
1 pizzico di sale

Procedimento:
far rosolare l’olio con l’aglio, togliere l’aglio ed aggiungere i funghi surgelati e farli cuocere per circa 10’, poi aggiungere il peperoncino il sale e la farina e proseguire con la cottura per altri 5’.
Prima di spegnere il fuco mettere la panna da cucina.
A parte, portare ad ebollizione l’acqua, aggiungere il sale e le lasagne e farle cuocere per 5’.
Scolare le lasagne ed unirle al ragù di funghi e farle saltare un attimo in padella
Come potete ben vedere le nostre porzioni sono sempre abbondanti perché come dicono alla Prova del cuoco....
L’ABBONDANZA NON HA MAI FATTO LA CARESTIA GNAM GNAM

P.s. Come sempre, prodotti di qualità e risultato finale vanno di comune accordo.
Sul Piatto
I Funghi
Il Ragù
La parte Più bella per gli occhi

venerdì 10 febbraio 2012

Risotto ai Gamberetti e Tonno

Questa è una ricetta del Nonno Luciano
Ingredienti per 2 persone:
250 grammi di riso
1 scatola di piselli
100gr di gamberetti surgelati
160gr di tonno sott’olio
2 cucchiai di passata di pomodoro
Mezzo bicchiere di vino bianco
Olio extra vergine di oliva
1 spicchio di aglio
1 pizzico di peperoncino (poco)
1 pizzico di sale
Procedimento:
Far rosolare l’olio con l’aglio, togliere l’aglio ed aggiungere i gamberetti.
Farli cuocere per 5’, poi aggiungere il vino e farlo evaporare, i piselli il tonno e il passato di pomodoro.
Aggiustare con il sale ed il peperoncino e far cuocere il tutto per altri 10’.
A parte si porta ad ebollizione l’acqua si aggiunge il sale ed il riso e si fa cuocere per 10’, aggiungere il ragù di pesce e continuare la cottura per altri 5’
Ecco fatto il risotto è pronto e buon appetito
P.s. Come sempre, prodotti di qualità e risultato finale vanno di comune accordo.
Servito
Il Ragù (protagonista)

Visioni di Saggezza

Un pensiero positivo ogni giorno porta con sé
il cambiamento verso una vita migliore.
T.Y.S.Lama Gangchen

 Osserva la tua mente quando sei da solo
e le tue parole quando stai con gli altri.
------------------------
La pace interiore è una vera ricchezza
che né il tempo, i ladri o la morte potranno sottrarci. 
------------------------
La paura complica tutto. 
------------------------
I beni materiali non danno la vera felicità
il più delle volte creano preoccupazione e paura.
------------------------

domenica 5 febbraio 2012

Incontro di Verdure Cotte e Crude

Sarà stata forse la neve che quest'oggi è fioccata in maniera lenta e continua o non so cosa ma alla fine questo è stato il risultato ottenuto in cucina.

Io volevo una verdura cotta lei una verdura cruda è quindi ecco cosa abbiamo fatto.
Una peperonata in cui abbiamo messo quattro patate tagliate a pezzi, un peperone gialla e quattro zucchini, abbiamo fatto andare per circa mezz'ora su di una padella con un filo di olio d'oliva extravergine ed abbiamo aggiustato di sale alla fine.
Per la verdura cruda abbiamo presso un bel radicchio di Verona, cinque carote tagliate finemente ed un finocchio, il tutto è stato condito con sale olio d'oliva extravergine e aceto balsamico di Modena.
Una volta messo nel piatto abbiamo sistemato delle sottilette Inalpi (http://www.lebontainalpi.it/) tagliate a listarelle sopra alla peperonata (o simil peperonata).

P.s. Come sempre, prodotti di qualità e risultato finale vanno di comune accordo.
Il piccolo pino davanti a casa

venerdì 3 febbraio 2012

Crema al mascarpone in ricordo del Natale

Avendo avanzato un pandoro, cosa c'è di meglio che mangiarlo magari con una crema calorica allo stesso livello del pandoro o anche di più. Ed allora eccoci all'opera.
Ingredienti
250 grammi di mascarpone
200 ml di panna per dolci
100 grammi di zucchero a velo
1 bustina di vanillina
3 uova medie intere
Separiamo il rosso delle uova dal bianco e mettiamo il bianco in frigorifero.
Prendiamo lo zucchero e lo mettiamo in una terrina, aggiungiamo la bustina di vanillina (mescoliamo), il rosso delle uova (mescoliamo), il mascarpone e mescoliamo per bene.
Ora montiamo il bianco delle uova a neve, quando pronto lo aggiungiamo alla crema precedentemente preparata e mescoliamo per bene.
Ora montiamo la panna, quando pronta la aggiungiamo alla crema precedentemente preparata e mescoliamo per bene (io di solito la faccio a mano). Quando vedremo che si formano delle piccole bolle la crema è pronta (non bisogna avere fretta).
P.s. Come sempre, prodotti di qualità e risultato finale vanno di comune accordo.
Come l'abbiamo servita
La Crema (con la "C" maiuscola)

mercoledì 1 febbraio 2012

Risotto con Radicchio e Pancetta affumicata

Questo risotto è stato un po' un esperimento in quanto abbiamo utilizzato quanto avevamo in casa. Il risultato non è stato male.
Ingredienti
300 grammi di riso Vialone nano
1 confezione di pancetta affumicata (scatolino piccolo)
1 radicchio di Verona di medie dimensioni
1/2 cipolla rossa
Una noce di burro Fior di Panna Inalpi http://www.lebontainalpi.it/
Olio di oliva extravergine
Sale quanto basta
Abbiamo preso la mezza cipolla e l'abbiamo tagliata finemente, di questa meta l'abbiamo fatta appassire con il burro Fior di Panna Inalpi http://www.lebontainalpi.it/.
Nel frattempo abbiamo tagliato grossolanamente il radicchio che poi è stato aggiunto alla cipolla ed abbiamo fatto andare per circa 10 minuti. A questo punto è stata aggiunta la pancetta affumicata ed il tutto è stato fatto cuocere per altri 20/25 minuti. Prima che la cottura fosse ultimata abbiamo aggiustato di sale.
Ora in una padella abbiamo messo a crudo la cipolla che avevamo messo da parte, due cucchiai di Olio di oliva extravergine ed il riso Vialone nano ed abbiamo fatto andare sulla fiamma vivace per circa 30/40 secondi.
A questo punto è stato aggiunto il brodo ed abbiamo cominciato a mescolare e fatto cuocere per circa 10 minuti, abbiamo quindi aggiunto il ragù ed abbiamo ultimato la cottura.
Volendo il tutto poteva essere mantecato con un'altra noce di burro.
P.s. Come sempre, prodotti di qualità e risultato finale vanno di comune accordo.
Fumante